Noi Donne Home La Nostra Storia Archivio Materiali Contatti

Ricerca nell'Archivio

Numero 4 del 1971

Un anno di parole in difesa delle donne: l’impegno di Noi Donne – Esclusivo dalla Spagna: la lotta clandestina contro il regime di Franco e il ruolo decisivo delle donne – Roma: il comune ordina l’abbattimento dell’officina costruita in borgata

 Cronaca e inchieste

“Le nemiche di Franco”, esclusivo dalla Spagna: Francisco Franco non riesce più a soffocare la ribellione di operai, contadini, studenti, intellettuali. Anche la Chiesa rifiuta ormai l’identificazione con il regime. In questo clima di tensione, le donne spagnole svolgono un ruolo decisivo nella lotta clandestina diffusa in tutto il paese, distribuendo materiale di propaganda, trasportando armi e partecipando a vere e proprie azioni di guerriglia e sabotaggio. La storia di Maria Aranzanu Arruti, Juana Dorronsoro e Iciar Aizburna Egana, tre donne appartenenti all’ETA, arrestate, interrogate e torturate. Articolo di Rino Funari.
“Una famiglia in prestito”: a Roma duecento famiglie hanno ospitato per le vacanze di Natale duecento bambini e ragazzi abbandonati. Un esperimento interessante che si contrappone alla macchinosità delle leggi sull’adozione, che prolungano per anni le pratiche, mentre i bambini subiscono i danni psico-fisici di questi ritardi. L’esperimento ha inoltre dimostrato che non è impossibile accogliere i ragazzi già adolescenti, verso i quali di solito ci sono più preoccupazioni. Articolo di Bruna Curzi.
Le virtuosissime: “La cieca di Sorrento”, protagonista del romanzo di Francesco Mastriani. Articolo di Enzo Rava e fumetto di Giuliana.
“Giù l’officina: era abusiva”: il comune di Roma ordina la chiusura dell’officina costruita da don Roberto Sardelli e venti ragazzi della borgata dell’Acquedotto Felice. Intervista al sacerdote che racconta che l’officina avrebbe avuto l’obiettivo di insegnare ai ragazzi il mestiere, per toglierli dalla strada e occuparli con dei lavori utili; anche i ragazzi coinvolti nel progetto raccontano la frustrazione di vedere distrutti tre mesi di fatiche. Articolo di Rita Ciotta.
“La colpa di essere esclusi”: a Capodanno un bambino di otto anni ha cercato di togliersi la vita: ora suo padre ne ha perso la patria potestà e a sua madre sono stati tolti anche gli altri figli, affidati così a degli istituti. Il racconto della storia della famiglia Bighi, arrivata a Torino da pochissimo, svela le modalità con cui la società marginalizza proprio le persone che avrebbero più bisogno di essere accolte. Articolo di Bruna Rossetto.
“I saldi-civetta”: boom di saldi, soprattutto per il settore dell’abbigliamento. Ma l’acquisto di questa merce è davvero conveniente? O si va incontro alle truffe? In Italia non esistono leggi che tutelino il consumatore. Articolo di Mario Ugazzi.
“Adulterio al di sopra di ogni sospetto”: la storia della principessa Margareth d’Inghilterra e del presunto tradimento di suo marito Tony Armstrong Jones, sono lo spunto per riflettere sulla diversa possibilità di accedere al divorzio per i reali e non. Articolo di Ivana Musiani.
“E ingiustizia fu fatta”: tre processi che fanno parlare il mondo. Il primo è quello svoltosi a Leningrado nei confronti del tenente Wolf Zalmonson, correo di aver tentato il dirottamento di un aereo per fuggire in Israele: la stampa occidentale, indignatasi per quella che è stata definita una persecuzione antisemita in URSS si è molto mobilitata per fare in modo che il tenente non fosse condannato a morte e infatti la condanna si è fermata a 10 anni di carcere. Il secondo processo è quello contro Angela Davis, trascinata in tribunale per delle accuse di omicidio ma nei fatti perseguitata per il suo essere nera e comunista: a marzo il tribunale di San Rafael potrebbe condannarla a morte. Per salvarla dall’ingiustizia razzista si stanno organizzando proteste in tutto il mondo. Il terzo processo si è concluso con la condanna a morte di Albert Ndogmo, vescovo cattolico del Camerun, accusato di aver collaborato con i guerriglieri anti-governativi: abbandonato anche dalla Santa Sede, Ndogmo è morto per mano della giustizia violenta. Articolo di Enzo Rava.
“L’ultimo round di Liston”: la morte del pugile afroamericano Sonny Liston è avvolta nel mistero. Il suo cadavere è stato rinvenuto una decina di giorni dopo la sua morte, con la presenza di alcune tracce di droga nella sua abitazione ma senza nessun indizio che possa far pensare a un omicidio. Articolo di Adriano Paniccia.
“Saremo tutti longilinei?”: il professor Li dell’Università di San Francisco ha realizzato in laboratorio la sintesi artificiale dell’ormone della crescita, che potrebbe aiutare ad eliminare il nanismo intervenendo sullo sviluppo del bambino. Articolo di Simona Argentieri.

Cinema e spettacolo

Canzone italiana: “Asino chi copia”: la canzone italiana sta attingendo sempre più dalle produzioni straniere, seguendo il trend avviato dagli acquirenti di dischi. Spiccano le canzoni di Lucio Battisti, che invece è riuscito ad emergere con la sua personalità e con la sua costante collaborazione con Mogol. Articolo di Aurelia Zanetti.

Rubriche

La donna nel mondo: Inghilterra: il Ministero della Sanità ha avviato una campagna per il controllo delle nascite che mette in guardia le donne dal matrimonio riparatore forzato. Francia: 1500 delegate di operaie, maestre e infermiere hanno discusso su parità di salario, diminuzione delle ore di lavoro e di asili nido. Germania: una casa editrice tedesca dedica una collana di libri per l’infanzia all’educazione antiautoritaria. Sudan: l’Unione Donne del Sudan conduce battaglie contro l’analfabetismo, per l’accesso delle donne al mondo del lavoro e soprattutto per la revisione del diritto di famiglia. Vietnam del nord: nei cinema di Hanoi arrivano film sulle donne protagoniste della guerra di liberazione.
Persone e fatti: Parigi: è morta Coco Chanel, la sarta che ha adattato la moda alle esigenze della donna moderna. New York: sono ripresi alle Nazioni Unite i colloqui indiretti tra arabi ed israeliani, ancora profondamente divisi e in contrasto. Svizzera: la mancata intesa tra il governo italiano e il governo svizzero causa discriminazioni nei confronti degli emigrati italiani.
Il volto della settimana: gli uomini che hanno compreso che le lotta per la difesa degli interessi e dei diritti delle donne consiste anche nella difesa dei loro diritti di uomini, cittadini e lavoratori.
Parliamone insieme: Giuliana Dal Pozzo risponde alle lettere delle lettrici
In cucina con Lisa Biondi: piatti gustosi con le frattaglie.
Il video lo schermo: TV: successo in America della trasmissione “Sesame Street”, una strada immaginaria dove vivono persone dai più vari mestieri, che, con trovate geniali e insieme a dei simpatici pupazzi, insegna ai bambini molte cose utili, mantenendo anche una prospettiva antirazzista. Uno dei pupazzi è anche comparso sulla copertina del Times, raggiungendo l’apice della popolarità americana. Articolo di Maria Teresa Ravage.
La pagina dei bambini: fumetto “Le premure di Smeraldina”
I Libri, a cura di Ivana Musiani: “Guida ai misteri e segreti di Torino e del Piemonte”, di autori vari, editore Sugar; “Il libertino riluttante”, di Jordan Crittenden; “La bandera”, di Pierre Mac Orlan; “Bianco Natale” di Maria Albinia Scavuzzo.  
I nostri dubbi, a cura dello psicologo Yorik: complessi veri e falsi.
La scuola, a cura di Mirella Alloisio: un libro adatto per i tredicenni, diventare assistente sanitaria, diventare insegnante di educazione fisica.
La salute a cura di Simona Argentieri: alito cattivo, emorragie, colite.
Le pensioni, a cura di Carmine Matrella: il nipote erede, i poteri del Presidente della Repubblica e il semestre bianco.
Moda: la biancheria. Lenzuoli, asciugamani, tovaglie.


Foto: Un anno di parole in difesa delle donne: l’impegno di Noi Donne – Esclusivo dalla Spagna: la lotta clandestina contro il regime di Franco e il ruolo decisivo delle donne – Roma: il comune ordina l’abbattimento dell’officina costruita in borgata
PAGINA 1


©2017 - Noi Donne - Iscrizione ROC n.6292 del 7 Settembre 2001 - P.IVA 00906821004 - Privacy Policy